Gingerino compie 65 anni di successi

0
144

Ci sono prodotti che hanno il potere di essere intramontabili rimanendo sempre giovani e frizzanti. È il caso di Gingerino, l’originario aperitivo del Triveneto, spontaneo e non impegnativo, nato sotto lo storico marchio Recoaro, e successivamente entrato nella famiglia Nestlé-Sanpellegrino nel 1993. Oggi l’iconico analcolico celebra ben oltre mezzo secolo di storia e rimane un must dell’aperitivo all’italiana, alimentato dal legame indissolubile col suo territorio d’origine che da Recoaro Terme, in provincia di Vicenza, ha conquistato tutto il Triveneto. E che, per gli italiani, rimane il tradizionale aperitivo da bere liscio o con il vino. Gingerino ha infatti mantenuto il suo forte legame relazionale e affettivo con il Triveneto. Qui, infatti, che si beva “liscio” o miscelato con vino bianco o prosecco nella sua versione “Spritz”, Gingerino è un’icona di stile nonché l’analcolico che accompagna i momenti più autentici. Per rafforzare ancor più il legame con il suo territorio d’elezione, Gingerino quest’anno si è unito un’altra grande eccellenza del Triveneto: Costaross, linea di prosecco di Serena Wines nata a due passi dal Conegliano e rappresentata dal simpatico Cervo Ross. Dall’incontro di queste due realtà è nato l’Orange Dandy Spritz, un cocktail che parla di tradizione e dall’identità ben definita, in cui vengono enfatizzate le note uniche del bitter.