FUNERALI: VIETATI AL SABATO, I NECROFORI COSTANO DI PIU’

0
3732

«Di venere e di marte non ci si sposa né si parte», di sabato invece non si viene sepolti o, da un punto di vista migliore, non si partecipa ai funerali. Singolare decisione, quella d­e­ll’­amministrazione comunale: proibire le esequie il sabato, per l’intera giornata. Nes­suna avversione particolare verso il sesto giorno della settimana, ma un ragionamento economico: i necrofori, il sa­bato, costano di più, e in tempi di crisi dei piccoli enti è meglio, laddove possibile, ris­parmiare. Anche se si pa­rla di cari estinti. I cittadini hanno storto un po’ il naso, quando do­­menica scorsa, dal pulpito della chiesa di Cison, il nuovo parroco don Adriano Sant ha letto il messa­ggio recapitato dal sindaco a proposito del “divieto” di organizzare funerali di sabato. Il sindaco Cri­stina Pin non parla, effettivamente, di “divieto” vero e proprio, ma di buona norma. L’idea della giunta cisonese, però, sembra piacere anche agli altri sindaci , e non è da escludere che il sabato senza funerali venga ripreso anche in altri paesi.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here