FINCO SULLA SCOMPARSA DI ANTONIO RIGHETTI

0
1121

«Non sempre i grandi imprenditori sono grandi uomini. E non sempre i grandi uomini sono grandi imprenditori. Antonio Righetti è stato, insieme, l’uno e l’altro. Ave­va l’occhio preveggente dell’imprenditore e il cuore della persona perbene che amava gli altri. Con la sua scomparsa ci lascia un amico e un punto di riferimento e l’industria veneta perde uno dei grandi imprenditori che ne hanno fatto la storia nel Dopoguerra: un uomo che ha saputo trasformare, con coraggio e lungimiranza, un piccolo laboratorio in un gruppo industriale internazionale, presente con i propri prodotti in 80 Paesi, e al contempo mantenendo un fortissimo legame con il territorio di origine, riuscendo a essere sempre al passo con i tempi grazie a prodotti innovativi e al suo lavoro tenace e riservato, facendo di Legnaro la capitale mondiale del nastro adesivo». Così il presidente di Confin­dustria Padova, Massi­mo Finco ricorda Antonio Righetti, presidente di Nar SpA, figura storica dell’industria padovana e di Confindustria Padova, dove ha ricoperto negli anni incarichi istituzionali nella Giunta, nella Commissione di designazione, nella Consulta dell’Economia e nella società Sapi e ancora fino ad oggi nel Consiglio Generale, componente di nomina del presidente. «Era persona buona, schietta, dai modi garbati – sottolinea Finco – che ha sempre avuto il senso profondo del valore sociale dell’impresa».

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here