Farmaci sperimentali

0
299

Il Veneto, su autorizzazione dell’Aifa, inizierà la somministrazione in via precoce ai malati sintomatici dei farmaci sperimentali contro il coronavirus direttamente a casa. Lo ha annunciato il governatore Luca Zaia.
Lo scopo è quello “di rallentare la malattia ed evitare i ricoveri in ospedale”, ha detto il presidente della Regione.
Tra i farmaci sperimentali, dunque, clorochina, idrossiclorochina, e anti–reumatoidi.
“Siamo riusciti, tramite Aifa, a far passare il protocollo della sperimentazione dei farmaci precoci già a domicilio – ha aggiunto Zaia -. Stiamo approntando le linee guida con i nostri ospedali. Immagino che inizieremo la prossima settimana”.
Zaia ha confermato anche l’avvio della sperimentazione del farmaco giapponese Aviga.
Inoltre, l’Istituto Superiore di Sanità ha autorizzato l’ospedale di Padova all’utilizzo del plasma trattato degli infetti sui ricoverati nella terapia intensiva.
Quanto ai test per intercettare gli asintomatici, Zaia ha confermato che il Veneto “punta ai 20 mila tamponi al giorno. Per questo ci è arrivata dall’Olanda una nuova macchina da 40 mila euro per farne di più ed accelerare i tempi”.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here