Expo Dolomiti guarda alla Olimpiadi

0
328

Expo Dolomiti HoReCa è un momento di incontro fra albergatori, ristoratori, pubblici esercizi delle Dolomiti con le aziende che riforniscono di beni e servizi questo importante settore. Il turismo, in continua espansione nella montagna dolomitica, necessita di un punto di incontro dove far sviluppare nuovi business per le aziende che lavorano nel mondo HoReCa. È per questo motivo che si è tenuto durante Arredamont un importante incontro introdotto dal presidente Gian Angelo Bellati che ha visto al tavolo i rappresentanti di quasi tutte le categorie commerciali. Il turismo diventa così la chiave di volta per il rilancio di una zona (quella bellunese) che ancora non ha svelato tutte le sue bellezze, ma che ora, con Horeca, fondi europei, il progetto Digitour, le associazioni di categoria e, perché no? anche un po’ di ottimismo può davvero modellarsi con il “territorio” più inclusivo d’Italia.
La collaborazione in atto per Dolomiti Horeca che si terrà il 10-11-12 ottobre 2022 riveste un’importanza strategica per il mondo produttivo: legno, ambiente, sviluppo fondamentale dell’area sono il presente e il futuro. Il turismo è la strada maestra per queste zone di montagna per creare posti di lavoro e aumentare la popolazione residente. È importante vedere arrivare buyers da tutto il mondo per promuovere la nostra Regione. Dietro questo lavoro, però, c’è un settore agro alimentare, quello delle attrezzature, quello delle forniture. È un sistema produttivo che si sta rimettendo in moto e che deve accelerare per portare il nostro territorio all’eccellenza. Un esempio è la MIG. Molti pensavano sarebbe scomparsa, invece quella di quest’anno sarà il primo esempio di una nuova versione della MIG. Si sta lavorando anche per lo sport con le Olimpiadi e quindi con tutte le filiere annesse.
Riallacciandosi alle parole di Bellati, Valentina Gamba ha esposto i punti cardine del progetto con partner Longarone Fiere e Venetian Cluster.
Digitour mira ad aumentare la competitività e la resilienza delle PMI turistiche in Europa per far fronte alle nuove sfide del settore attraverso il lancio di un bando per manifestazione d’interesse per fornitori di soluzioni innovative, digitali e intelligenti, nuove tecnologie, servizi di formazione e consulenza, per la creazione di un database a supporto delle aziende turistiche o la creazione di una piattaforma B2B per mettere in contatto le aziende dell’ecosistema turistico tra di loro e con le aziende dell’ecosistema digitale. Almeno 130 PMI del settore turistico da almeno 12 paesi beneficeranno del supporto economico e non economico del progetto Digitour. Di queste PMI, almeno 24 avranno sede nella Regione del Veneto.
Sulla stessa linea anche Alessandra Magagnin, Amministratore Unico DMO Dolomiti. A conclusione un altro protagonista della filiera, Marco Vuerich Coldiretti Terranostra Belluno: «Porto la voce degli agrituristi bellunesi perché Horeca 2022 può essere l’inizio di un percorso con un cambio di rotta che ci porti uniti fino al 2026.