Due programmi per il sostegno dei musei

Europa Creativa ed Erasmus Plus, sono programmi che hanno finanziato due progetti complementari pensati per una gestione all’avanguardia dei musei di piccole dimensioni tramite i finanziamenti europei.I progetti sono stati presentati nel corso di una conferenza stampa alla quale sono intervenuti: Vincenzo Gottardo, vicepresidente della Provincia di Padova con delega alle Politiche Europee, Emiliano Bon, presidente associazione Xena, Centro scambi e dinamiche interculturali, Anna Di Muro, responsabile volontari associazione Xena, Enzo Moretto, direttore Butterfly Arc, i volontari: Ruth Coya dalla Spagna, Anna Morozova dalla Russia. L’obiettivo dei due progetti finanziati dall’Unione Europea è lo sviluppo dell’audience, soprattutto dei piccoli musei che sono i custodi dell’identità culturale di un popolo. Il lavoro dei partner di progetto si concentrerà sulla sensibilizzazione e l’avvicinamento delle persone alla cultura, all’arte, alle tradizioni, portandole alla comprensione del patrimonio culturale attraverso un percorso esperienziale. “Abbiamo fatto una mappatura dei musei della provincia di Padova – ha detto il vicepresidente Vincenzo Gottardo con delega alle Politiche Europee – e sono circa 80, la maggior parte di questi sconosciuti al territorio stesso. I piccoli musei sono i custodi dell’identità culturale di un popolo perciò sono realtà fondamentali per il territorio che vanno salvaguardate e sviluppate. Stiamo lavorando affinché i musei provinciali non siano soltanto esposizioni, ma veri e propri luoghi da vivere con animazioni, laboratori tematici, giochi e intrattenimenti pensati per far toccare con mano ai ragazzi le collezioni racchiuse in questi preziosi scrigni del sapere.” “L’obiettivo è ambizioso e stimolante – ha detto Enzo Moretto – perché è importante dare la massima diffusione soprattutto ai piccoli musei che oltre ad essere poco conosciuti, spesso sono in difficoltà economica”.