Diego Fusina sale in cattedra come docente di marketing

0
298

Imparare la nuova e sottile arte del comunicare su TikTok, utilizzando i linguaggi e gli stilemi giusti per veicolare messaggi anche pubblicitari attraverso contenuti realmente interessanti. È l’obiettivo del workshop a cui hanno partecipato cinquanta studenti universitari e dell’ultimo anno di liceo, negli spazi del campus H-Farm di Roncade (TV). Una giornata di scambio e dialogo, ma anche di vera e propria formazione professionale, assieme a tre tiktoker italiani di primo piano: Alessio De Santa, Marco Martinelli, e il bellunese Diego Fusina. Fusina, 20 anni, studente di Economia a Ferrara, racconta storie e notizie curiose da tutto il mondo a un pubblico di oltre 1,1 milioni di follower. «Quella del creator è una vera e propria professione», spiega. «Lo è a tutti gli effetti per me. Fare il creator significa diventare amico delle persone. Chi ti segue si sente valorizzato, ti vede come un amico in una posizione privilegiata. Questo ti rende speciale, ma è anche una grande responsabilità».
Contenuti simili anche per De Santa, 39 anni, milanese, sceneggiatore nella vita e creator che su TikTok conta più di 450 mila seguaci, oltre a quasi 50 mila su Instagram. Martinelli – “marcoilgiallino” per il web – parla invece di scienza, mostrando la quotidianità del suo lavoro di biotecnologo del Sant’Anna di Pisa a quasi 300 mila follower, anche se diversi suoi video sfiorano o superano il milione di visualizzazioni. Trentenne, su Instagram conta più di 100 mila follower.
L’incontro è stato organizzato dalla divisione italiana della multinazionale dei condizionatori Haier, che ha sede a Revine Lago (TV), con il supporto dell’agenzia Marketing Arena. «Proseguiamo un percorso che abbiamo avviato per avvicinarci al mondo dei giovani e ai loro linguaggi», spiega Marco Matteo Stefani, managing director di Haier AC Italy. «Ci siamo resi conto che c’è una distanza comunicativa tra noi e le nuove generazioni: siamo già un’azienda orientata al futuro, con una grande attenzione alla sostenibilità, ma vogliamo iniziare a parlare a quelli che saranno i nostri prossimi consumatori».
Il workshop è stato diviso, nel corso della giornata, in un momento formativo e di dialogo tra i creator e gli studenti, introdotto dall’esperta di content marketing Miriam Bertoli, a cui è seguito, nel pomeriggio, un vero e proprio laboratorio creativo.