Consorzio Università di Rovigo, arriva il contributo della Regione

La Giunta Regionale ha avviato la procedura per l’assegnazione di un contributo di 100.000 euro a sostegno del CUR (Consorzio Università Rovigo). In particolare, la somma è destinata a sostenere anche per l’anno accademico 2019-2020, i corsi di laurea, laurea magistrale e un dottorato di ricerca attivi nel capoluogo polesano. “È compito della Regione – sottolinea l’assessore regionale all’Istruzione, Formazione e Lavoro Elena Donazzan – promuovere iniziative che favoriscano attività didattiche e formative mirate all’occupazione e favorire il miglior equilibrio tra la domanda e l’offerta di lavoro. Il contributo deliberato a favore del Cur è un provvedimento che va in questa direzione, con l’obbietivo di garantire la continuità dell’attività di istruzione universitaria in una realtà che fino a oggi ha dato ottimi risultati”.Sostenere il consorzio universitario significa dare una risposta importante al territorio – aggiunge l’assessore del Veneto alla Cultura Cristiano Corazzari -. Negli anni in cui il Cur ha consolidato la sua attività, infatti, per alcune discipline ha dato una risposta a quanti per proseguire gli studi a livello universitario avevano come unica prospettiva trasferirsi in altra provincia.