CONFAGRICOLTURA ROVIGO: PREMIATI 7 DIRIGENTI DELL’ASSOCIAZIONE

0
949

«Il giorno in cui le aziende faranno reddito senza Pac sarà un grande giorno» è il pensiero, espresso all’assemblea di Confagricoltura Rovigo da Giangiacomo Bonaldi, membro della giunta nazionale di Confagricoltura, e che moltissimi agricoltori condividono. Gli interventi della politica agricola comune si sono via via complicati e sono diventati più un vincolo che un supporto all’economia delle aziende. «La Pac dovrebbe essere rivisitata a fondo, al più presto» ha rimarcato Stefano Casalini, presidente di Confagricoltura Rovigo. «O gli interventi europei hanno la capacità di salvaguardare l’economicità delle imprese agricole europee o non hanno senso. La Comunità deve avere strumenti per permettere la sopravvivenza delle imprese su mercati così altalenanti, per permettere loro di investire a medio e di accedere pienamente all’innovazione». L’economia agricola veneta appare a due velocità: il vino superstar e tutti gli altri settori in fortissima difficoltà, soprattutto cereali, zootecnia da carne e latte. Su una cosa l’associazione può certamente ancora contare: sull’impegno disinteressato e generoso dei propri uomini. Per questo il presidente Casalini ha ringraziato e premiato con una targa sette dirigenti anziani dell’associazione: Vincenzo Amidei di Adria e Francesco Arduini di Porto Tolle entrambi a lungo amministratori di consorzi di bonifica, Roberto Bimbatti di Trecenta impegnato cooperatore in diversi settori dell’agricoltura, Stefano Boschini di Ceneselli e Luciano Corrain apprezzati e ascoltati rappresentanti territoriali, Antonio Lionello di Villadose impegnato nel sindacato, nel consorzio di bonifica e negli enti economici,  Alberto Zerbini di Salara saggio portavoce dell’area dell’altopolesine.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here