CITTÀ METROPOLITANA: PRONTO IL DOCUMENTO D’INDIRIZZO SUL PIANO STRATEGICO

0
681
ZT 2015-06-03 ZANARDO

Il sistema associativo e delle professioni della commissione Città Metropolitana di Venezia si è riunito nella sede mestrina della Camera di Commercio Venezia Rovigo Delta Lagunare per la stesura di un documento di indirizzo sul Piano strategico, condiviso all’unanimità da tutte le categorie economiche, ordini professionali e organizzazioni sindacali, che verrà presentato a settembre al Sindaco Metropolitano. «Dopo aver raccolto le idee e le istanze di tutte le professioni che affrontano quotidianamente le criticità dell’economia reale del territorio – commenta Damaso Zanardo, presidente della Commissione Città Metropolitana – presenteremo con urgenza il nostro documento al Sindaco Metropolitano affinché possa contribuire alla stesura e alla definizione del Piano Strategico». Tra le priorità individuate nel documento: la definizione di un sistema turistico sostenibile metropolitano; la rivitalizzazione economica di Murano e della zona franca di Marghera; la gestione dei flussi e la manutenzione della città storica; la semplificazione della burocrazia e la digitalizzazione. «Nel nostro documento abbiamo individuato quattro temi fondamentali per lo sviluppo economico e sociale della Città Metropolitana di Venezia – continua Damaso Zanardo – A partire dalla proposta di un turismo metropolitano sostenibile che valorizzi la terraferma e indirizzi le risorse culturali, paesaggistiche e artigianali dell’entroterra a un sistema turistico “Green & Healhty” che parte dal Lido “Area del Sole” e che è già stato inserito dalla Regione tra quelli finanziabili». «Un altro punto fondamentale riguarda la rivitalizzazione economica di Murano e la Zona franca di Marghera, da destinare a nuove attività manifatturiere dove produrre il Made in Italy. Nel nostro documento abbiamo accolto anche il progetto sulla gestione dei flussi e manutenzione della Città storica, in quanto pochi sanno e si rendono conto che a Venezia, oltre alla conservazione dei beni paesaggistici e architettonici mancano adeguate strutture fognarie e antincendio. Auspichiamo che si proceda spediti sui temi della semplificazione burocratica e la digitalizzazione, due driver indispensabili per rendere competitiva l’economia del territorio. Il nostro – conclude Zanardo – è stato un lavoro di sinergia con tutte le associazioni di categoria che rappresento in qualità di delegato alla Città Metropolitana per Confindustria Venezia Rovigo».

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here