Canalbianco con gli argini più sicuri

0
207

Sono molteplici i cantieri che la Regione del Veneto, tramite le proprie strutture del Genio Civile, sta eseguendo nel Rodigino per la messa in sicurezza delle arginature lungo il Canalbianco.
“In relazione al comune capoluogo – spiega l’Assessore al Dissesto idrogeologico Gianpaolo Bottacin – il dissesto arginale sul quale stiamo attualmente agendo è situato tra il Porto Interno di Rovigo e la località Fenil del Turco. Qui erano state rilevate alcune spaccature verticali del petto a fiume per una estesa complessiva di circa 200 metri. L’intervento, per il quale abbiamo messo a disposizione 240mila euro, dopo la preparazione del piano di posa di fondo alveo e formazione della berma di imbasamento con pietrame, prevede altresì la ricostruzione della scarpata arginale con materiale terroso”.
Il cantiere, condizioni meteo e imprevisti permettendo, si dovrebbe poter completare entro la fine di marzo.
“Un altro intervento, per il quale sono stati impegnati 200mila euro – prosegue l’Assessore – interesserà invece il Canalbianco in alcuni tratti che riguardano i comuni di Giacciano con Baruchella, Trecenta, Canda, Bagnolo di Po, Castelguglielmo, Pincara, Fratta Polesine, San Bellino, Arquà Polesine e Frassinelle Polesine”.
La zona interessata dall’intervento è compresa tra le tra località Zelo, in comune di Giacciano con Baruchella, e il sostegno di Bussari, in comune di Arquà Polesine.
I lavori, consegnati in questi giorni, dovrebbero concludersi entro la fine dell’anno. L’ultimo intervento per il quale sono messi a disposizione 180mila euro su una progettualità complessiva di 1,3 milioni di euro, ha riguardato il rifacimento della pista arginale necessaria per lo svolgimento delle operazioni di controllo e vigilanza fluviale. “Un intervento complessivamente importante – conclude Bottacin – perché oltre alla messa in sicurezza del territorio ha permesso anche una nuova fruibilità del sito da parte dei cittadini come percorso ciclo-pedonale e per le attività sportive e ricreative in un contesto di vegetazione fluviale tipico della bonifica polesana”.
Si sono inoltre recentemente completati i lavori che hanno interessato il consolidamento di vari tratti di arginatura nel Comune di Adria.