Bcc, 6 milioni per imprese turistiche

0
625

Il Consiglio di Amministrazione di BCC Roma con il suo Dg Roberto Gandolfo ha varato un primo intervento di supporto creditizio, per venire incontro alle impreviste esigenze di liquidità degli operatori turistici e dei pubblici esercizi nella Regione Veneto, collegate alla situazione emergenziale determinatasi con la diffusione del Coronavirus. Si tratta di un finanziamento in forma di mutuo chirografario per un plafond di complessivi 6 milioni di euro, per il ripristino della liquidità in favore di soci e clienti che gestiscono imprese turistico alberghiere e pubblici esercizi nella regione Veneto. Il finanziamento, con un preammortamento di 6 mesi, ha una durata di 30 mesi per importi massimi rispettivamente di euro 15.000 a tasso zero (soci) e 12.000 a tasso 1% (clienti ordinari), senza nessuna spesa aggiuntiva. Sul piano operativo, sono state chiuse temporaneamente dal 24 al 25 tre agenzie BCC Roma venete (la 240 a Casale di Scodosia, la 242 di Borgo Veneto e la 241 di Urbana), già riaperte dal 26 febbraio. Mentre è stata chiusa l’agenzia 214 di Fontaniva per motivi precauzionali. Al fine di aumentare ogni misura di prevenzione del personale, è stata avviata, con priorità, la distribuzione presso le Agenzie delle Zone Veneto Ovest e Alta Padovana dei dispositivi di protezione individuale (sapone disinfettante e mascherine FFP2 riutilizzabili) e di dispenser di gel idroalcolico per la clientela. Tali dispositivi verranno distribuiti in un secondo momento anche alle Agenzie del Lazio e dell’Abruzzo e alle sedi di Direzione. Inoltre, sempre in via preventiva, sono stati disposti i primi interventi di sanitizzazione e pulizia straordinaria nelle Agenzie operanti nella Regione Veneto, recependo le indicazioni del Ministero della Salute.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here