Arredamont: ottimo inizio stagione 2019

0
431

Grande la soddisfazione del presidente di Longarone Fiere, Gian Angelo Bellati per l’avvio della 42°edizione di Arreda­mont, la Mostra dell’arredare in montagna, aperta fino a domenica 3 novembre, con 180 espositori per oltre 200 marchi, provenienti da 11 regioni e 4 Paesi esteri, distribuiti su una superficie di 17mila metri quadrati. L’inizio è andato oltre ogni più felice aspettativa con addirittura code all’entrata per entrare in fiera. Anche la Consociazione Italiana dei Tappezzieri e Arredatori, che gestisce in fiera uno stand alquanto significativo sta facendo la sua parte. Dai mascherai alpini con la realizzazione di due panche rustiche utilizzando come materiale il legno “schiantato” dalla Tempesta Vaia e dove lo schienale verrà intagliato in bassorilievo con scene carnevalesche alpine così ogni maschera carnevalesca sarà tipica della zona di provenienza dell’artista. Ci saranno incontri sull’insegnamento dell’arte e del mestiere che è il futuro di questa esposizione. Quindi spazio anche ai piccoli artigiani di complementi d’arredo e realizzazioni artistiche, il progetto “L’Artigiano sotto l’Albero” e spazio anche ai futuri falegnami con l’Istituto di Istruzione Superiore Statale Enrico Fermi e la loro esposizione dedicata alle “regole e buone pratiche in falegnameria” con le dimostrazioni di lavorazioni al banco. E’ garantita la partecipazione anche del C.F.S., Centro per la Forma­zione e la Sicurezza di Belluno, e del Centro Consorzi. Ma la vera novità è la presentazione in anteprima del volume “Vajont – Una storia da raccontare” presso Arreda­mont Arena, oggi alle 17.30, a cura della “Fondazione Vajont 9 Ottobre 1963 Onlus”. Il tutto si terrà alla presenza del presidente della Provincia Roberto Padrin con a moderare e dibattere su quanto avvenuto 56 anni fa con gli autori del libro, una figura storica del giornalismo italiano: Edoardo Pittalis.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here