ANTIMAFIA, SIAMO A UN BLITZ ALLA SETTIMANA

Nuova maxi operazione anticrimine nella nostra regione. Stavolta nel mirino delle forze dell’ordine non ci sono ‘Ndrangheta e Camorra, ma la Sacra Corona Unita pugliese. Carabinieri e antimafia ne hanno individuato un filone pericolosissimo che attraversa il Veneto. Un blitz con la B maiuscola quello effettuato, che ha coinvolto centinaia di militari dei comandi provinciali di Verona e Bari con il supporto dei reparti territorialmente competenti e nuclei di elicotteri di Bolzano e Bari, Bologna e Padova. Sono finite dentro una ventina di persone, ritenute responsabili di associazione di tipo mafioso, traffico di stupefacenti, estorsione, minacce, con l’aggravante di una grande disponibilità di armi. Il sodalizio era già consolidato e articolato, molto attivo in particolare nelle province di Verona e Venezia. Abbondante soprattutto il traffico di stupefacenti dalla Puglia al Veneto. Questa ennesima iniziativa delle forze dell’ordine dimostra ancora una volta che il crimine decenni fa ha scoperto le potenzialità e la ricchezza delle nostre 7 province. E lentamente, ma inesorabilmente, vi ha messo profonde radici. Da tempo prefetti e magistrati hanno suonato il campanello d’allarme, ora si scopre la dura realtà. Si cerca di frenare ed estirpare, ma ormai le organizzazioni mafiose hanno messo radici.