Ambiente, qui la corte penale Venezia sarebbe la sede naturale dell’istituzione europea Con la sua fragilità è messa in pericolo a causa dei cambiamenti climatici. Delicato punto di equilibrio

0
57

I cambiamenti climatici lanciano sfide nuove alla tutela dei Beni Comuni e dei diritti dell’Uomo. E così il Mo­vimento 5 Stelle sostiene la proposta di istituire una Corte Penale Europea della Salute e dell’Ambiente. Sono qui, insieme ai nostri rappresentati al Parlamento Eu­ropeo -afferma Jacopo Berti, a Bruxelles in rappresentanza del MoVimento 5 Stelle Veneto – per dire che Venezia è per noi la sede naturale per la Procura e la Corte Europea per i reati ambientali che chiediamo venga istituita. Venezia, fin dalle sue origini è il simbolo della simbiosi perfetta tra l’uomo e gli elementi naturali e la prova che quando questa viene valorizzata, consente all’uomo stesso di esprimersi al massimo del proprio potenziale, civile, creativo, di intraprendenza e sviluppo. Lo si evince ripercorrendo la storia della città e lo si puo’ osservare anche solo camminando per le sue calli.Inoltre Venezia, con la sua fragilità che oggi è sotto gli occhi di tutti, è messa in pericolo, a causa dei cambiamenti climatici, dell’innalzamento delle acque. Rischia di vedere la sua storia unica e inimitabile distrutta da chi si permette di inquinare, ignorare dolosamente il necessario rispetto per l’ambiente. Il destino di Venezia è il destino dell’uomo: per entrambi la salvezza è contrastare chi si permette di giocare con l’ambiente, con il nostro futuro collettivo e con la nostra storia. Venezia rappresenta il delicato punto di equilibrio, con tutta la sua fragilità. Salvare Venezia significa salvare il pianeta. Questo è il messaggio contenuto nella candidatura ad ospitare la futura Procura e Corte Europea. Io mi impegnero’ presso le istituzioni nazionali, regionali, cittadine affinche’ l’impegno sia collettivo e trasversale. Quando si parla di ambiente la politica va tolta di mezzo, per pensare solo a chi verrà dopo di noi, per fare in modo che trovi l’ambiente migliore di come noi l’avevamo trovato. Ora bisogna solo essere concreti. Il progetto c’e’, le fondamenta giuridiche sono di altissimo livello, ma c’è bisogno di un luogo fisico, simbolico in modo forte per dare casa a questa grande idea europea: per noi Venezia è questo, incarna l’urgenza di una inversione di tendenza culturale e sociale che faccia della tutela del territorio il paradigma di tutte le nostre attività”. Per Fabio Massimo Castaldo, vicepresidente del Parlamento europeo, europarlamentare del Movimento 5 Stelle “la soluzione ideale per istituirla sarebbe la modifica dei Trattati. In questo modo possiamo introdurre ex-novo un’Istituzione europea con le caratteristiche ideali per perseguire i reati ambientali. La lotta ai cambiamenti climatici va inasprita e l’Europa può fare da apripista in tutto il mondo”.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here