Alzheimer, in veneto 66 mila i malati Il mondo sociale e sanitario approda a Treviso con un ricchissimo programma di incontri

Approda per la prima volta in Veneto l’Alzheimer Fest, originale contenitore di eventi e manifestazioni che per tre giorni , dal 13 al 15 settembre, riunisce a Treviso, nel parco Sant’Artemio e nelle principali piazze della città, il mondo sociale e sanitario che ruota attorno al problema demenze, di cui quella di Alzheimer è forse la più nota e tenuta. Sono circa 5 mila le persone attese nel capoluogo trevigiano per un ricchissimo programma di incontri, spettacoli, maratone ed esperienze creative all’insegna del motto “Di amore non siamo vecchi”. L’appuntamento dell’Alzheimerfest, ‘inventato’ da Michele Farina, giornalista del Corriere della Sera che ha vissuto da vicino la malattia della madre, e da Marco Trabucchi, psicogetriatra e direttore del Gruppo di Ricerca Geriatrica di Brescia, è prima di tutto una esperienza di condivisione e di sensibilizzazione, “Alla vigilia della giornata mondiale dedicata all’Alzheimer (21 settembre), Treviso e il Veneto accendono i riflettori su questa grave emergenza sociale e sanitaria con un evento di festa e di creatività, che vuole mettere al centro le persone, e non la malattia, e creare un clima di attenzione e solidarietà capace di vincere pregiudizi e isolamento”, premette l’assessore regionale alla sanità e al sociale Manuela Lanzarin nel presentare a palazzo Balbi il contenitore e gli eventi, insieme a Luigi Caldato, presidente dell’Israa di Treviso, il presidente della Provincia di Treviso Stefano Marcon, il consigliere regionale Riccardo Barbisan e il direttore generale dell’Ulss 2 Marca Trevigiana, Francesco Be­nazzi. Le demenze in Italia colpiscono un milione e 200 mila persone, per oltre il 50 per cento dei casi si tratta di Alzheimer, una patologia totalmente invalidante nota nei sintomi e nella sua evoluzione, ma per la quale non esistono cure definitive: c’è solo la possibilità di rallentarne il decorso attraverso la prevenzione, gli stili di vita ed esperiente socializzanti. I malati in Veneto sono circa 66 mila, 14 mila in provincia di Treviso. Ma almeno il 20 per cento dei malati di demenza sfugge alle statistiche e non afferisce ai servizi per vergogna o per disinformazione, fa notare il professor Trabucchi. Com­plessivamente , quindi, l’esperienza dell’Alzheimer coinvolge in Italia almeno 3 milioni di persone, tra malati e familiari e assistenti.