Abano, la stazione è un hub culturale

0
217

La stazione ferroviaria di Abano nuovo hub culturale di rilievo nazionale grazie agli interventi di Fondazione FS e Rete Ferroviaria Italiana (capofila del Polo Infrastrutture del Gruppo FS).
È stata inaugurata infatti la nuova sede della casa editrice DUEGI, leader nel settore dell’editoria del trasporto su rotaia e nel modellismo ferroviario, fondata nel 1987 da Gianfranco Berto, acquisita e rilanciata dalla Fondazione FS nel 2021.
All’evento hanno partecipato Mons. Liberio Andreatta, Presidente della Fondazione FS, Luigi Cantamessa, Direttore Generale della Fondazione FS Italiane e Direttore Editoriale DUEGI editrice, Pier Paolo Olla, Responsabile Direzione Operativa Stazioni di RFI, Roberto Ciambetti, Presidente del Consiglio Regionale della Regione Veneto, Elisa De Berti, Vicepresidente della Regione del Veneto con deleghe ai lavori pubblici, infrastrutture, trasporti e affari legali, Federico Barbierato, Sindaco di Abano Terme.
Grazie agli interventi di riqualificazione, la stazione di Abano è stata completamente restaurata e riportata agli antichi splendori: al primo piano del fabbricato viaggiatori, in disuso per decenni, adesso vi sono i nuovi e confortevoli ambienti redazionali delle riviste tuttoTreno e tuttoTreno Modellissimo oltre agli archivi fotografici e editoriali. Il piano terra ospita invece una elegante sala conferenze da 80 posti a sedere con annesso shop di libri e gadget ferroviari.
Nell’area esterna è in corso di realizzazione un parco a tema ferroviario, grazie alla valorizzazione degli spazi esterni e dell’ex Magazzino Merci, che ospiterà un caffè letterario dove la Fondazione FS organizzerà eventi culturali in particolare presentazioni di libri e conferenze, analogamente a quanto avviene negli altri hub e musei. Il restauro ha interessato anche i piccoli fabbricati ferroviari attigui alla stazione, e sono stati realizzate postazioni di ricarica delle e-bike.
“La nuova sede della DUEGI Editrice si candida a diventare uno dei più importanti centri di diffusione di cultura ferroviaria in Italia e non solo, con l’obiettivo ultimo di coinvolgere un numero sempre crescente di appassionati nel variegato ed affascinante mondo delle Ferrovie”, è il commento del Direttore Generale della Fondazione FS e Direttore Editoriale della DUEGI Luigi Cantamessa.