COPRIRE I COSTI DELLE STRADE

“Basta tergiversare, la Provincia esca dall’ipocrisia dei ruoli e interloquisca direttamente con l’unico interlocutore responsabile della sua situazione di crisi, ovvero il governo nazionale”. Sulla problematica collegata alla manutenzione delle strade provinciali ex Anas, che sta mettendo in seria difficoltà la società Veneto Strade a causa dei mancati pagamenti della provincia di Belluno, esplicita nuovamente la sua posizione l’assessore regionale alla specificità Gianpaolo Bottacin, dopo l’incontro avuto dalla collega alle infrastrutture Elisa De Berti con i vertici dell’amministrazione provinciale. “Mi spiace non aver potuto partecipare all’incontro – spiega Bottacin – ma in quel momento si votavano in consiglio regionale alcuni emendamenti collegati alle mie deleghe. So che siamo di fronte a una situazione difficile, proprio per questo un anno e mezzo fa avevo offerto la mia disponibilità a fare squadra tra Regione e Provincia, senza distinzione di colori politici, per andare contro i tagli statali”. “Sulla partita strade, dopo un anno di tira e molla teso a rinviare il problema aspettando Godot, oggi siamo al redde rationem: né la Re­gione né gli altri soci possono più coprire né anticipare i costi che la Provincia non paga. Per me l’invito a fare squadra comunque vale sempre – chiude in modo distensivo Bottacin – ma la Provincia deve collaborare veramente e sop­rattutto iniziare ad ammettere con sincerità la natura dei problemi, collegati solo ed esc­lusivamente ai tagli del governo.