Servono presto fatti concreti la crisi economica non tarda

0
162

“Non possiamo che apprezzare la tempestività con la quale sono stati convocati tavoli di lavoro istituzionali con le categorie economiche, sia a livello nazionale sia regionale. Ora, però, dovranno seguire fatti concreti, al più presto, perché le nostre aziende si interrogano sugli effetti, sia immediati sia a lungo termine, di questa situazione”. Queste le parole di Roberto Iraci Sareri, presidente di Confartigianato Imprese Verona, a seguito degli incontri avvenuti nelle scorse ore, convocati dal Ministero del Lavoro e dalla Regione Veneto, con i rappresentanti del mondo produttivo.
L’ultimo in ordine di tempo, ha visto il presidente della Regione, Luca Zaia, confrontarsi con le organizzazioni di categoria e delle istituzioni del Veneto, insieme a tutti gli assessori della Giunta regionale, nel centro operativo della Protezione Civile di Marghera, dove ha confermato il massimo impegno della Regione nella gestione unitaria e coordinata, anche con l’ausilio di tutti i mondi dell’economia e del sociale, dell’attuale fase di emergenza, invitando tutti a seguire lo “spirito di squadra” e ad applicare il “buon senso”. 
“Grazie all’intervento al dibattito della Confartigianato del Veneto – continua Iraci Sareri –  abbiamo portato all’evidenza del governo regionale tre macro-effetti dell’emergenza coronavirus che si stanno registrando da confronti constanti con le imprese associate: il rallentamento della produzione cinese con la conseguente mancanza di semilavorati e materie prime in particolare nel comparto della moda; la psicosi da contatto che sta bloccando settori, come l’alimentare il trasporto ed il turismo e altri che nulla avrebbero a che fare con il contagio ed infine gli effetti derivanti dall’annullamento di eventi e manifestazioni, con ripercussioni sull’indotto. Un serio problema, quest’ultimo, in quanto si minano le possibilità di business dei prossimi mesi a favore, molto probabilmente, di altri competitor”. 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here