Record nella vendita a domicilio, il Veneto è la regina del nordest Le aziende associate Univendita

Nel 2018 in Veneto il fatturato della vendita a domicilio ha superato i 161 milioni di euro, in crescita del 4,5% rispetto al 2017. A comunicare questo dato è il Centro Studi Univendita, che ha effettuato la rilevazione sulle proprie aziende associate: la performance veneta è pari al 9,7% del fatturato nazionale, che nel 2018 ha raggiunto quota 1,662 miliardi di euro. Nel Nord Est, area che rappresenta il 15,2% del fatturato italiano, il Veneto è di gran lunga la regione leader delle vendite: l’Emilia Romagna vale infatti il 7,8% delle vendite nazionali, mentre il Friuli-Venezia Giulia e il Trentino-Alto Adige sono molto distanziati (rispettivamente 2,8% e 2,1%). La classifica regionale è guidata dalla Lombardia (249 milioni euro), seguita dalla Campania (176 milioni di euro) e, al terzo posto, proprio dal Veneto. Nella regione, nel 2018, hanno operato 12.200 venditori a domicilio, pari al 7,7% degli oltre 159.000 addetti complessivi. La classifica della presenza dei venditori è guidata dalla Campania (24.800 addetti), seguita dalla Sicilia (22.700) e dalla Lombardia (con 17.800 addetti). L’area del Sud e Isole è quella dove si concentra il maggior numero di venditori (80.700 addetti pari al 50.7% del totale); nel Nord Ovest operano 30.100 addetti (il 18,9% del totale), mentre Nord Est e Centro si spartiscono la restante quota con 24.200 addetti ciascuna (pari al 15,2% del totale). «Nel Veneto e nel Nord Est la vendita a domicilio è tradizionalmente molto radicata, con storiche aziende che hanno sede proprio in questa area – dichiara Ciro Sinatra, presidente Univendita –. Sono realtà di eccellenza che propongono prodotti e servizi di alta qualità e che negli anni, grazie alla professionalità dei propri venditori, hanno saputo costruire con la clientela una relazione diretta e di fiducia».