Per l’università il contagio sta rallentando. I numeri

0
177

In Veneto le politiche sanitarie adottate per contrastare il Coronavirus avrebbero contribuito a rallentare la diffusione del contagio. L’evidenza emerge dall’Unità di Biostatistica, epidemiologia e salute pubblica dell’Università di Padova, che ha messo a confronto i dati dell’infezione con le previsioni al 3 marzo. A partire dal 2 marzo, giorno individuato come “changepoint” nell’andamento epidemico, la curva dei casi previsti è salita più di quella dei casi effettivamente riscontrati: gli ultimi dati disponibili, aggiornati al 12 marzo, hanno evidenziato 1.023 casi osservati contro 1.356 previsti, per una stima di 333 contagi evitati in dieci giorni. Il rallentamento del contagio sulle previsioni equivale a 2,4 giorni “guadagnati”, e fino al 12 marzo ha fatto registrare 15,91 casi al giorno in meno del previsto (il record risale al 6 marzo, quando la differenza tra previsioni e dati osservati era di 40 casi al giorno).

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here