Per bonifica ambientale altri 5 milioni

0
99

“Ancora una volta la Regione del Veneto conferma la massima attenzione alle problematiche ambientali territoriali e la vicinanza alle amministrazioni locali, dimostrando di tenere sempre in debito conto le esigenze espresse”.  Sono le parole dell’assessore veneto all’Ambiente, Gianpaolo Bottacin, nell’annunciare che, su sua proposta, la Giunta regionale ha dato il via a una serie di importanti contributi, indispensabili per la vivibilità ambientale del territorio.
In considerazione dell’urgenza degli interventi individuati e valutata la ricognizione delle criticità effettuata dalla Direzione competente anche rapportandosi con le strutture delle Province interessate, la Giunta ha messo a disposizione le somme necessarie, per un totale complessivo che sfiora i 5 milioni di euro, dando priorità alla presenza di progetti pronti e cantierabili.
Nel dettaglio, le situazioni ambientali interessate: “Ex Cromador” a Sandrigo (Vicenza), con un contributo di 1.009.000 euro; la “Ex Calce Mas” a Sospirolo (Belluno), 842.000 euro; la “Ex conceria” di Crocetta del Montello (Treviso), 773.000 euro; l’ “Ex Opificio Cozza” a Caldogno (Vicenza), con 536.000 euro; la “Ex Sap” a Fonzaso (Belluno), con 340.000 euro