L’artigianato è un colpo da maestro

0
154

Quando l’artigianato incontra la montagna e il talento, diventa arte. Nasce così la 45. edizione di Arredamont, la mostra dell’arredare in montagna, inaugurata oggi a Longarone Fiere Dolomiti. Oltre 150 aziende espositrici, 200 marchi rappresentati, imprese da tutta Italia e da 8 Paesi esteri con in mostra il meglio dei prodotti di arredo e di design fino al 5 novembre. Ma nei nove giorni di fiera, viene dato ampio spazio anche agli incontri e agli approfondimenti, per gli addetti ai lavori e per i visitatori di una delle mostre più iconiche di Longarone Fiere Dolomiti.
«Quest’anno abbiamo voluto concentrarci in modo particolare sul tema del legno, che è materiale tradizionalmente identificativo del nostro territorio, simbolo per eccellenza della montagna, ma anche di un “vivere bene” che dà calore alla casa», ha spiegato nella cerimonia inaugurale il presidente di Longarone Fiere Dolomiti, Michele Dal Farra. «È per questo che abbiamo qui un vasto panorama di aziende che lavorano il legno, di imprese e di maestri artigiani che esprimono la loro arte attraverso l’arredo e l’oggettistica».
Legno e arredo che sono sotto l’attenzione dell’Europa e della Regione Veneto, come hanno spiegato l’eurodeputato Gianantonio Da Re e la consigliera regionale Silvia Cestaro, intervenuti al taglio del nastro.
«Il legno è materia nobile e abbiamo il dovere di valorizzarlo» ha detto Cestaro. «Dopo Vaia si è allargata l’attenzione sulla filiera forestale, fondamentale per il territorio e per la montagna». «Il comparto dell’arredo di montagna è una nicchia che dobbiamo tutelare dall’omologazione» ha aggiunto Da Re. «L’eccellenza che è in grado di esprimere Arredamont è un patrimonio inestimabile».
Dello stesso avviso anche la vicepresidente della Provincia di Belluno, Lucia Da Rold, intervenuta per i saluti istituzionali insieme al vicesindaco di Longarone Ali Chreyha: «La montagna che si esprime qui, attraverso l’arredo e la sapienza artigiana, è il segno di un territorio in grado di produrre qualità. E Longarone Fiere Dolomiti, a un’ora di auto da Venezia e porta delle Dolomiti patrimonio Unesco, è il contenitore ideale».
Il visitatore di Arredamont percorre il Viale dell’Arte. Un percorso tra gli stand che diventa galleria, grazie al connubio con Arte in Fiera Dolomiti, l’esposizione di opere d’arte e oggetti di design che si sposa perfettamente con l’arredare.
Quadri, sculture, opere disegnate come complementi d’arredo da grandi artisti accompagnano il visitatore. Senza dimenticare grandi opere a firma di grandi nomi come Augusto Murer, Yvan Beltrame, e altri; ed eventi d’arte come la mostra degli scatti del fotografo Mario De Biasi.
«Abbiamo allestito un concentrato di quella che è l’essenza del territorio, che parte dal legno e sa esprimere la bellezza» ha spiegato Franco Fonzo, curatore di Arte in Fiera Dolomiti. «Importante l’apertura dello spazio dedicato al design, quest’anno con la partecipazione di Serie Unica, il progetto collettivo di artigiani-artisti nato da pochi mesi, ma già lanciatissimo».