LA NUOVA CARTA D’IDENTITA’

0
1334

Da ieri è realtà. La nuova carta d’identità elettronica è stata presentata a Ca’ Farsetti dagli assessori Simone Venturini, Paolo Romor, dall’amministratore unico di Venis Paolo Bettio, dal direttore generale di Venis Alessandra Poggiani e dalla dirigente dell’anagrafe del Comune di Venezia Elisabetta Meneghel. Non tutti potranno però richiederla. Sarà un’opportunità solo per i cittadini residenti alla prima richiesta della carta d’identità, se il documento precedente sia scaduto o scadrà nei prossimi sei mesi, in caso di furto o smarrimento (servirà la denuncia) e se il documento è deteriorato. La nuova carta d’identità elettronica, disponibile negli uffici dell’anagrafe di Venezia centro, Mestre centro, Favaro e Lido, costerà 22,21 euro da pagarsi allo sportello. Il nuovo do­cumento, che per ora non sostituirà il cartaceo, vanta una maggior sicurezza e permetterà di non fare la fila alla dogana nei varchi elettronici dei paesi in cui è possibile viaggiare solo con la carta d’identità, garantendo anche l’accesso ai servizi comunali online. Conte­stualmente ieri è stata presentata anche la semplificazione dell’anagrafe: «È un servizio – ha chiarito Romor – che farà accedere ai servizi da casa o dallo studio semplificando gli uffici pubblici, con un risparmio di carta, inchiostro, stampante e code». Dalla prossima settimana prenderà infatti il via il servizio Anagrafe Semplice: «Sul sito del Comune apparirà il nuovo bottone anagrafe semplice, che, attraverso il sistema Spid, consentirà di scegliere il certificato desiderato, il motivo della richiesta e sarà arricchito da un codice QR che ne verificherà la validità», ha aggiunto Poggiani. Concordi Venturini e l’avvocato Giuseppe Sacco, che hanno spiegato: «È un risultato importante per le professioni dato che in questo modo non ci si dovrà muovere dall’ufficio per ottenere i documenti».

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here