La giunta revoca il project financing che incombe su Amia

0
92

La giunta comunale ha revocato il project financing che incombeva sul futuro di Amia, come del resto le aveva chiesto il Consiglio comunale a larga maggioranza. “La svolta tuttavia non è ancora tale”, sottolinea Michele Bertucco di Verona e Sinistra in Comune, “perché l’amministrazione in tutti questi anni non ha ancora deciso gli indirizzi da dare all’azienda in alternativa al project, ed è ormai inevitabile l’ennesima proroga dell’affidamento temporaneo del servizio rifiuti almeno fino a fine anno, forse anche a giugno 2020. Così in Consiglio -aggiunge- si scontrano due mozioni, quella di Bonato e Paci e quella della Lega, solo apparentemente convergenti ma in realtà di significato contrario perché la Lega, che dice di voler coinvolgere anche i Comuni del Bacino di Verona Nord, ha come unico obiettivo quello di regalare ancora del tempo all’indecisa amministrazione Sboarina. A novembre -conclude-saranno sette anni che il futuro di Amia è a bagnomaria. La prima proposta di project financing – avanzata dall’amministrazione Tosi per evitare la gara pubblica come le nuove norme europee prevedono per imprese pubbliche svolgano un servizio dai contenuti anche commerciali – risale niente meno che al 9 novembre 2012, con dichiarazione di pubblica utilità datata 5 giugno 2013”.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here