INQUINAMENTO DA PFAS L’AVVOCATURA SCRIVE ALLE SOCIETÀ

Con una lettera indirizzata anche alla Procura della Repubblica e al Prefetto di Vicenza, al Giudice delegato per il fallimento della Miteni spa, nonché alla Provincia di Vicenza, al Comune di Trissino e all’Arpav, il coordinatore dell’Avvocatura regionale, avvocato Ezio Zanon, ha invitato la proprietà dell’azienda subentrante alla Miteni spa – che sta acquisendo dal fallimento la gestione degli stabilimenti con un atto in corso di perfezionamento – a garantire “l’applicazione incondizionata” di tutte le misure di prevenzione contro ogni possibile ulteriore contaminazione della falda. Ha, inoltre, sollecitato l’azienda nella gestione di tutte quelle misure già in essere e della loro implementazione secondo le determinazioni impartite al fallimento negli ultimi mesi. Nella stessa lettera, la Regione invita le Amministrazioni Pubbliche a proseguire nell’esercizio dei loro compiti di vigilanza anche nei confronti dell’azienda subentrante, e non più soltanto della Miteni spa, in continuità con quanto fino ad ora attivato. La stessa società subentrante è stata altresì sollecitata a rendere edotta, quanto prima, la Regione di tutte le modalità operative con cui intende procedere relativamente alle prescrizioni di sicurezza già comunicate.