I mondiali di Cortina posticipati

0
149

Il presidente Fisi Flavio Roda chiede alla Fis di posticipare i Mondiali di Cortina a marzo 2022? Una richiesta che ha del clamoroso e anche del complicato perché significa di fatto sommarsi ai Giochi olimpici di Pechino (4-20 febbraio). Lo ha dichiarato il presidente del Coni Gianni Malagò questa sera ospite da Fabio Fazio a Che Tempo che fa su Rai 2. “Una scelta sofferta” – spiega Malagò – ma di buon senso ed è stata presa perché la federazione è garante di molti aspetti finanziari”. La situazione è abbastanza complicata. Organizzare un Mondiale col rischio delle porte chiuse o semi chiuse e ospitare comunque tanta gente negli alberghi, non è un piano semplice da attuare. “La questione non è come svolgere la competizione – ha aggiunto Malagò – ma come far arrivare tutti in sicurezza, dagli atleti, ai manager, i giornalisti, i tifosi. Allora abbiamo pensato fosse più corretto posticipare: nel 2022 ci sarebbero prima a febbraio le Olimpiadi invernali in Cina e poi a marzo i Mondiali”. Certo è che far conciliare due macigni come Olimpiadi e Mondiali è una strada altrettanto complessa. D’altra parte finire al 2023 significherebbe spodestare Meribel che ha avuto l’assegnazione dei Mondiali tra tre anni.