Hadjuvant, premiata per l’innovazione

0
279

HAdjuvant, startup del Veneto, composta da Isabella Monia Montagner, Debora Car­panese e Anna Dalla Pietà dello IOV con Antonio Rosato, docente del Dipar­timento di Scienze Chi­rurgiche Oncologiche e Ga­stro­enterologiche dell’Uni­versità di Padova, si aggiudica due menzioni speciali al Premio Nazionale per l’Innovazione che si è tenuto a Catania al Monastero dei Benedettini. Il Premio Na­zio­nale per l’Innovazione, istituito nel 2003 dall’As­sociazione nazionale degli Incubatori Universitari – PNICube, ha lo scopo di diffondere la cultura d’impresa in ambito universitario e accorciare le distanze tra ricerca e mercato, stimolando il dialogo tra ricercatori, impresa e finanza. Il PNI è la più grande e capillare business plan competition italiana a cui concorrono i migliori progetti d’impresa innovativa vincitori delle 16 competizioni regionali (le StartCup) che coinvolgono le 47 università e incubatori associati, oltre a numerose istituzioni. Quest’anno la partecipazione è stata di oltre 3.000 neoimprenditori, per un totale di quasi 1.000 idee d’impresa e più di 400 business plan presentati. I vincitori sono stati selezionati tra le 69 startup finaliste da una giuria composta da esponenti del mondo dell’impresa, della ricerca universitaria e del venture capital sulla base di criteri come valore del contenuto tecnologico o di conoscenza, realizzabilità tecnica e potenzialità di sviluppo, adeguatezza delle competenze del team, attrattività per il mercato. HAdjuvant ha proposto il progetto che utilizza frammenti di acido ialuronico come innovativo adiuvante vaccinale, completamente naturale e sicuro, per la prevenzione e la terapia dei tumori, sulla base delle sue intrinseche proprietà immunostimolanti. Si è aggiudicato, come primo classificato, la Menzione Speciale Pari Opportunità, che vuole favorire l’imprenditorialità femminile, e che ammonta a 10.000 euro sotto forma di servizi che garantiscono la possibilità di accedere ai corsi di formazione executive erogati dal MIP Politecnico di Milano Gra­duate School of Business attraverso la MIP Mana­gement Academy. Ha inoltre ottenuto la Menzione Speciale G-Factor, l’incubatore-acceleratore di startup e spin-off life science di Fondazione Golinelli, che consentirà l’accesso diretto alla fase finale della Call “Life Science Innovation 2020” della Fondazione bolognese volta a selezionare otto startup su cui investire un milione di euro. HAdjuvant, nella fase di competizione preselettiva in Veneto, si era piazzata al quarto posto assoluto.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here