Fabbrica intelligente sbarca a Belluno

0
170

Dalla teoria alla pratica, a Villa Doglioni Dalmas si studia il caso Schneider Electric Italia, uno degli esempi più significativi di “fabbrica intelligente” presenti a livello nazionale e mondiale. «Un’op­portunità per ascoltare un’es­perienza reale e consolidata di Industria 4.0», spiega Ste­fano Giacomelli, delegato per l’Innovazione in Con­findustria. «L’invito è aperto a tutti gli imprenditori e manager bellunesi interessati a capire come le nuove tecnologie stiano cambiando il volto del manifatturiero e quali occasioni e rischi comporti adeguarsi a un sistema in rapidissima evoluzione», af­fer­ma Giacomelli. Prota­gonista dell’incontro – che si terrà in sala Caldart giovedì alle 16 – sarà Fabio Bonamassa, Plant Manager di Schneider Electric Italia, che presenterà i risultati dell’implementazione delle nuove tecnologie digitali nello stabilimento di Stezzano in provincia di Bergamo, dove è presente una vera e propria “smart factory”, ritenuta tra le più moderne e innovative al mondo. Schneider Electric guida la trasformazione digitale della gestione dell’energia e dell’automazione nelle abitazioni, negli edifici, nei data center, nelle infrastrutture e nelle industrie. Presente in oltre 100 paesi del mondo, Schneider è leader indiscusso nei settori della distribuzione elettrica in media e bassa tensione, protezione dell’alimentazione elettrica e nei sistemi di automazione, e offre soluzioni integrate per l’efficienza basate sulla combinazione di energia, automazione e software. Del gruppo Schneider fa parte anche la Eliwell di Alpago. “Entreremo virtualmente in questa realtà innovativa per capire come funziona una fabbrica intelligente e quale sarà il futuro che ci attende», continua Gia­comelli. «In una provincia manifatturiera come la nostra – tra le prime a livello italiano ed europeo – il tema dell’Industria 4.0 è di strettissima attualità”.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here