Diletta, giovane ricercatrice sarà a fianco delle imprese

0
130

È Diletta Pegoraro, di Bassano del Grappa, l’assegnista di ricerca scelta dal Dipartimento di Economia e Management dell’Università di Trento per portare avanti parte dell’attività del Digital Innovation Hub di Feltre, operando sul campo a fianco delle imprese del territorio. La presentazione è avvenuta oggi, prima agli imprenditori del tavolo tecnico del DIH, poi in occasione dell’illustrazione del 1° Rapporto Adapt su “Lavoro, Competenze e Territorio nella Provincia di Belluno”. Pegoraro è risultata la prima classificata nel bando di selezione aperto a fine settembre dall’Ateneo trentino e rivolto a laureati magistrali per il conferimento di un assegno per collaborazione ad attività di ricerca. L’assegno è di circa 38 mila euro per un’attività dalla durata biennale e si inserisce all’interno delle azioni finanziate dal Fondo dei Comuni di Confine. Pegoraro darà nuova linfa al Dih e farà da ponte tra il mondo dell’Università e quello dell’impresa su un tema cruciale per la manifattura bellunese come quello della digitalizzazione. Le nuove tecnologie, l’economia 4.0, l’evoluzione digitale sono fattori chiave per una economia come la nostra, sempre più internazionalizzata e alla ricerca di nuove competenze. Pegoraro lavorerà in parte a Trento, in parte nel Bellunese, tra le aziende. Ci sarà spazio per l’analisi dei fabbisogni, per il raccordo e la proposta. Si parla spesso di incontro tra aziende e Università: questa risorsa faciliterà il dialogo. Responsabile scientifico del progetto di ricerca è il professor Alessandro Rossi, docente all’Università di Trento. Per Confindustria Belluno Dolomiti, prioritario sarà favorire «quell’ecosistema di innovazione che permette ai nostri prodotti di rimanere competitivi. È una grande opportunità, sia per questa giovane che per il territorio». Scorrendo il curriculum di Diletta si nota come i suoi interessi siano multidisciplinari, dai temi di economia geografica all’international business passando per le catene globali del valore (GVCs). Nello specifico, la sua tesi di dottorato è incentrata sulle strategie di rientro della manifattura in regioni di economia sviluppate quali Veneto in Italia, le Midlands in Gran Bretagna e lo stato della California, negli Stati Uniti. Ha ottenuto la laurea magistrale in Economia e Gestione delle Imprese all’Università Ca’ Foscari, con lode, ed è attualmente membro direzionale del Strategic Interest Group in Research Methods.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here