Confagricoltura, Longhi guida i giovani

0
236

È Francesco Longhi, 35 anni, agronomo e imprenditore agricolo di Crespino (Rovigo), il nuovo presidente dei Giovani di Confagricoltura Veneto (Anga). È stato eletto ieri, al termine dell’assemblea regionale che si è svolta nello stand di Confagricoltura, a Fieracavalli di Verona, insieme ai due vicepresidenti che lo affiancheranno nel prossimo triennio: Elia Negretto, presidente dei Giovani di Confagricoltura Vicenza, legale rappresentante nell’azienda agricola di famiglia ad Albettone che produce cereali, barbabietole da zucchero, erba medica e melograni; e Simonetta Dominese, di Oderzo (Treviso), presidente dei Giovani di Confagricoltura Venezia e dedita insieme alla sorella alla produzione di uve doc da prosecco.
Longhi, che succede a Piergiovanni Ferrarese, è già in possesso di un buon bagaglio sindacale. Presidente dei Giovani di Rovigo, ha iniziato la sua esperienza tra le fila dell’Anga provinciale nel 2017 come presidente provinciale, per poi approdare al comitato nazionale in veste di vicepresidente fino alla fine del 2022. Laurea in scienze agrarie, gestisce la propria azienda a seminativo a Crespino e collabora anche nelle altre aziende di famiglia. Parallelamente svolge attività come agronomo libero professionista.
Il neopresidente ha sottolineato l’importanza di dare a tutti i soci regionali possibilità di crescita e condivisione. “Le capacità dell’associazione si devono riflettere in attività formative e di contenuto, come quella che abbiamo costruito a Fieracavalli oggi. Il convegno sul valore delle ippovie nel contesto rurale è un tema attuale e di grande prospettiva anche per le nostre giovani aziende agricole coinvolte in questa attività. Sostenuti dal nostro sindacato, abbiamo creato questo spazio convegnistico di tutto rispetto, grazie ad un ottimo lavoro di squadra e alla caparbietà di una nostra socia, Laura Cominato, responsabile nazionale per il settore equestre”.
“Metterò a disposizione del gruppo l’esperienza maturata negli ultimi anni come membro nazionale del comitato di presidenza – ha detto Longhi -. Sarà opportuno dialogare con le istituzioni e richiamare all’attenzione dei politici le fragilità del nostro settore, come accaduto l’anno scorso in concomitanza della siccità. Mostrare, come abbiamo fatto con l’allora presidente del Senato, Elisabetta Casellati, le conseguenze concrete degli squilibri climatici è stato per noi importante e ci ha responsabilizzato molto. Occorrerà, inoltre, avanzare serie e concrete proposte nei tavoli del comparto, da sottoporre agli interlocutori di riferimento, affinché capiscano la necessità di una sostenibilità economica per le nostre imprese agricole, oggi chiamate a dover operare tra mille difficoltà. Anga Veneto conta 116 soci e, dietro a questi numeri,ci sono aziende e imprese che operano quotidianamente tra mille insidie, mantenendo però sempre alto lo standard delle loro produzioni. Sarà, perciò, fondamentale lavorare uniti e rafforzare il concetto di filiera italiana delle nostre produzioni, mettendoci sul mercato con una sana dose ambizione professionale, ma responsabile”.
Il presidente della commissione Agricoltura della Regione, Marco Andreoli, e il consigliere regionale Alberto Bozza, presenti all’elezione, hanno sottolineato l’ottima collaborazione intessuta negli anni con i Giovani di Confagricoltura.