C’è l’unità riabilitativa da 400 mila euro A Piove di Sacco. E’ dotata di 18 posti letto. Disponibile una palestra attrezzata

0
126

L’assessore regionale alla Sanità, Manuela Lanzarin, ha inaugurato all’Ospedale di Piove di Sacco (Padova), la nuova Unità Riabilitativa Territoriale (URT) realizzata con un investimento della Regione di 400 mila euro e dotata di 18 posti letto. Con la Lanzarin erano presenti numerose autorità locali e regionali, tra cui l’assessore all’Economia, Roberto Marcato, i sindaci del territorio del distretto Padova-Piovese, il direttore generale dell’Ulss 6 Euganea Domenico Scibetta. Si tratta di una struttura sanitaria di grande rilievo nelle strategie di sviluppo assistenziale delineate nel Piano Sociosanitario Regionale, che è in grado di accogliere pazienti per i quali non sia prefigurabile un percorso di riabilitazione domiciliare o ambulatoriale, ma sia allo stesso tempo inappropriato il ricorso al ricovero in ospedale o in strutture residenziali. Nell’Urt di Piove di Sacco, oltre alle stanze di degenza è presente anche un locale di accoglienza, un’area comune attrezzata a cucina/refettorio, un locale per le attività infermieristiche, uno studio medico e un ambulatorio per le visite – ambedue muniti di postazioni informatiche. Per l’attività di riabilitazione, è disponibile anche una palestra attrezzata, a uso condiviso con il reparto di riabilitazione ospedaliero. L’accoglienza dei pazienti presso l’URT “Immacolata Concezione” è programmata e temporanea, ed è riservata a: 1. Pazienti le cui funzioni/abilità temporaneamente perse sono parzialmente o totalmente recuperabili attraverso interventi di riabilitazione estensiva, come ad esempio la riabilitazione postoperatoria in caso di fratture o politraumi; 2. Pazienti a lento recupero funzionale che hanno già effettuato la riabilitazione estensiva ma necessitano di proseguire il trattamento, come ad esempio in caso di ictus a lenta risoluzione; 3. Pazienti cronici o polipatologici con grave disabilità residua che necessitano di un periodo di riabilitazione o adattamento agli ausili di supporto, oltre che alla nuova condizione di disabilità.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here