C’è lo sportello APRE Veneto Nel 2018 gestiti 190 incontri individuali, 980 richieste telefoniche e 385 pratiche telematiche. il presidente Pozza: ”Innovazione e tecnologia rafforzano le imprese”

0
23

Due giornate informative dedicate al mondo della ricerca e delle imprese. Lo Sportello APRE Veneto, Agenzia per la Ricerca Europea attivo presso Unioncamere del Veneto, organizza due Info Day in programma il 16 e 17 settembre 2019 presso la Sala Europa dell’Ente camerale regionale al PST Vega in Via delle Industrie 19/C.«Lo Sportello Apre dell’agenzia della Ricerca Europea presso la nostra sede di Unioncamere del Veneto è un fattivo aiuto per l’innovazione del nostro territorio – evidenzia Mario Pozza, presidente di Unioncamere del Veneto –. Nel 2018 lo Sportello ha gestito 190 incontri individuali erogando 215 ore di consulenza ed assistendo 5 enti, 180 aziende e 5 persone fisiche. Lo Sportello ha gestito 385 pratiche telematiche e risposto a 980 richieste, delle quali 920 provenienti da aziende, 45 da Enti e 15 da persone fisiche. Ciò significa che lo sportello identifica le possibili collaborazioni tra mondo dell’impresa e mondo della ricerca puntando a collaborazioni e opportunità di partnership con l’obiettivo di migliorare la componente tecnologica ed innovativa delle imprese, disegnare nuovi percorsi d’internazionalizzazione per contribuire a rendere le imprese più forti nell’affrontare le nuove sfide globali. Invito le aziende e le associazioni di categoria all’incontro del 17 settembre per approfondire e conoscere le opportunità offerte dalla nuova programmazione Horizon Europe». Unioncamere del Veneto, tramite APRE Veneto, offre una serie di servizi alle PMI ed altri soggetti che operano nel mondo della ricerca e dell’innovazione. Tra questi spiccano i servizi informativi sulle opportunità di finanziamento comunitario e regionale; le attività di formazione con particolare focus su Industria 4.0 e i PID – Punti di Innovazione Digitale. Nel 2018 lo Sportello APRE Veneto ha gestito 190 incontri individuali erogando 215 ore di consulenza ed assistendo 5 enti, 180 aziende e 5 persone fisiche. Telefonicamente lo Sportello ha preso in carico 980 richieste, delle quali 920 provenienti da aziende, 45 da Enti e 15 da persone fisiche mentre le pratiche telematiche sono state 385 (308 aziende, 49 Enti, 28 persone). «Nei prossimi anni le reti di sistemi e le interazioni tra i loro nodi saranno requisiti fondamentali per stare al passo con dinamiche sempre più complesse ma anche foriere di grandi opportunità per la crescita del nostro sistema produttivo e di innovazione – spiega Marco Falzetti, direttore APRE Roma dove a inizio giugno si è celebrata la conferenza annuale dei soci – APRE è una rete di oltre 130 soci, uno spazio unico di incontro tra i rappresentanti della ricerca, innovazione, accademia, industria, finanza e associazionismo operanti nei settori della ricerca e innovazione, che individua un potenziale enorme da mettere in campo per affrontare il prossimo programma Horizon Europe».

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here