CACCIA LIBERA, MA L’OPPOSIZIONE SI SPACCA

0
666

Dopo 29 ore e 42 minuti di discussione il consiglio regionale del Veneto ha approvato  il Collegato alla Finanziaria con il via libera alla contestata caccia migratoria. Contestata per modo di dire se si considera che dopo tre giorni di ostruzionismo, parte della stessa opposizione ha votato a favore dell’emendamento proposto ancora il 7 giugno da Sergio Berlato (FdI) che confermava a 30 i giorni di caccia libera. È vero che l’assessore Giuseppe Pan ha assicurato che la giunta predisporrà un regolamento «nel più breve tempo possibile», ma la legge approvata parla di «eventuali», non obbligatorie, «disposizioni regolamentari». Già nel corso della seduta di mercoledì si era avviato lo sblocco dello stallo che si era creato e maggioranza e opposizione  aveva raggiunto un accordo sull’ordine dei lavori, calendarizzando, come richiesto dalle minoranze, per la settimana prossima il dibattito relativo al Pdl 23, che prevede la riduzione delle Asl da 21 a 9 con l’introduzione dell’Azienda Zero. L’assemblea ha affrontato poi il progetto di legge statale “Disposizioni per il divieto del gioco d’azzardo e per la prevenzione della diffusione del rischio legato al gioco d’azzardo nonché per la cura e la riabilitazione dei soggetti affetti da ludopatia”, approvato con l’unanimità dell’aula.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here