BCC Roma rafforza la presenza in Veneto

0
225

La Banca di Credito Cooperativo di Roma continua a rafforzare la sua presenza in Veneto. È stata inaugurata a Padova, in Corso Milano 91, la nuova agenzia di BCC Roma. Sono 38 le agenzie di BCC Roma in Veneto, di cui 33 in provincia di Padova, dopo l’acquisizione lo scorso dicembre di 10 sportelli da Banca Sviluppo di cui 7 localizzati nella parte ovest della provincia di Padova, 2 in provincia di Verona e 1 in provincia di Vicenza. Una crescita confermata anche dai numeri. Nei primi 9 mesi dell’anno in corso, gli impieghi in Veneto sono aumentati del 5,8%, approssimandosi al miliardo di euro, mentre la raccolta complessiva è cresciuta del 2,6%. Grazie anche a questi risultati, la Banca continua a sostenere le forze sociali moralmente impegnate nel territorio, attraverso l’impegno dei Comitati Locali dei Soci. In Veneto, nel 2018, sono stati erogati dalla Banca oltre 235mila euro in beneficienza e promozione sociale, per un totale di 313 interventi a favore di enti e associazioni locali. Al momento sono attivi tre Comitati Locali con sede rispettivamente a Campodarsego, San Martino di Lupari e a Borgoricco. A fine anno verrà istituito un ulteriore comitato per l’area Veneto ovest. Anche la compagine sociale veneta è in continua crescita: sono 901 i soci della Banca nelle diverse province venete di competenza, con una crescita del 33% nel solo 2019. La BCC di Roma continua ad ottenere risultati positivi, in un contesto economico generale e bancario stazionario. Lo scorso 31 luglio, il CdA della Banca ha approvato una semestrale positiva, in continuità con gli ultimi virtuosi esercizi”, ha dichiarato Francesco Liberati, presidente di BCC Roma. “Nel primo semestre 2019 gli impieghi per finanziamenti alla clientela sono cresciuti del 6,1% rispetto a giugno 2018, raggiungendo i 7,7 miliardi di euro, contro una variazione annua del sistema bancario nel suo complesso dello 0,6% (fonte ABI). Questa crescita – ha ricordato Liberati – prosegue il trend degli ultimi dieci anni che ha visto gli impieghi crescere del 120% dal 2009 ad oggi; anni durante i quali non abbiamo fatto mancare il sostegno della banca a imprese e famiglie, anche nei momenti più duri del decennio. In questi sei mesi poi è cresciuta anche la raccolta totale, che ha raggiunto gli 11,9 miliardi di euro, con un aumento del 5% rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente”. “I numeri positivi riguardano anche il Veneto: nei primi nove mesi dell’anno – ha proseguito Liberati – gli impieghi sono saliti a circa un miliardo di euro, con un aumento del 5,8%. Una crescita che ha riguardato anche i soci, arrivati a 901, con un aumento che nel 2019 è già del 33%, a testimonianza della fiducia nei confronti della Banca. Oggi contiamo complessivamente circa 34.500 soci e puntiamo ad accrescere ancora la nostra compagine sociale anche in Veneto, nella consapevolezza che il rafforzamento continuo della Banca dipende anche da una compagine cooperativa numerosa e dinamica nei rapporti bancari”. “Infine, mi piacere ricordare la nostra attenzione verso il territorio e la solidarietà: qui in Veneto, lo scorso anno abbiamo erogato oltre 235mila euro per iniziative di beneficienza e promozione sociale, e per il 2019 stiamo destinando un budget della stessa entità”, ha concluso Liberati.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here