Agricoltura e pioppicoltura matrimonio che s’ha da fare

0
128

Veneto Agricoltura, in collaborazione con il CREA – Centro di Ricerca Foreste e Legno di Casale Monferrato (Al) e Confagricoltura di Rovigo, ha realizzato nei terreni della propria Azienda pilota e dimostrativa “Sasse Rami” di Ceregnano (Ro) due impianti legnosi a scopo dimostrativo-sperimentale differenziati tra loro per tipologia strutturale.

Si tratta di una piantagione a pieno campo di pioppo dedicata alle prove di comparazione clonale e di un sistema agroforestale lineare in cui si prevede nello stesso appezzamento la consociazione programmata di specie arboree – nel caso specifico il pioppo – con colture agrarie annuali come mais, soia o frumento.
Gli impianti sono gestiti secondo un modello di coltivazione eco-compatibile che prevede l’impiego di nuovi cloni di pioppo a maggior sostenibilità ambientale, finalizzati alla produzione di legname di qualità da destinare all’industria della trasformazione del legno per la produzione di mobili, pannelli e compensati.
Si tratta di cloni caratterizzati da elevata resistenza a malattie e insetti come la bronzatura, la defogliazione primaverile, le ruggini e l’afide lanigero.
Questo modello colturale consente l’ottenimento di numerosi vantaggi di carattere produttivo, economico ed ambientale come la riduzione dei costi di produzione di un 15%, delle emissioni dei gas ad effetto serra di un 6,7%, dell’input energetico necessario per la coltivazione del 6,2% e soprattutto l’abbattimento dell’impatto ambientale dei fitofarmaci, visto che il loro utilizzo è ridotto di ben il 70%.

Inoltre, l’utilizzo dei cloni a maggior sostenibilità ambientale consente il rispetto dei requisiti di certificazione forestale sostenibili richiesti dagli schemi di certificazione PEFC e FSC.