A Castelfranco la scuola sale in sella

0
304

Il Comitato FISE Veneto ha dato concretamente corpo al progetto pilota “Ragazzi e cavalli, a scuola insieme” presentato questa mattina presso l’Istituto Agrario Sartor di Castelfranco Veneto (Tv), alla presenza della dirigente dello stesso, Antonella Alban, di Clara Campese, presidente FISE Veneto, e Aldo Calabrò, tutor del progetto. Obiettivo dell’iniziativa portare il mondo del cavallo, e delle attività equestri in genere, oltre i propri steccati, grazie a una sinergia concreta con le scuole del territorio. In testa, tra le finalità del progetto, quella di guidare in modo pratico l’orientamento degli allievi verso future possibili professioni nel comparto equestre, ma anche favorirne l’educazione relazionale, sostenendoli al contempo dal punto di vista emotivo e psicologico in questo delicato periodo post-pandemico, grazie a un animale fortemente empatico come il cavallo. L’iniziativa “Ragazzi e cavalli, a scuola insieme”, è stata ideata e fortemente voluta dalla Federazione Italiana Sport Equestri regionale che, con i propri istruttori e tutor, porterà dalla prossima primavera direttamente gli alunni “a lezione” nei centri ippici Federali della zona. “Siamo contenti di aderire a questa nuova iniziativa che crediamo possa portare aspetti pratici e benefici ai nostri alunni”, ha affermato la dott.ssa Alban, “sia da un punto di vista professionale, per conoscere direttamente un universo che potrà magari diventare – in futuro – anche un’opportunità lavorativa grazie alle certificazioni rilasciate dalle FISE e spendibili in un curriculum, ma anche da un punto di vista personale, per tutti i benefici che porta lo stare vicino a un animale come il cavallo”. Le “lezioni in scuderia”, in partenza da marzo 2023 dopo un incontro in aula nel mesi antecedenti, saranno rivolte agli allievi di 4° e 5° e si svolgeranno in uno dei centri ippici Federali limitrofi alla scuola e saranno composte da una parte teorica e da una pratica. Dal benessere del cavallo, cenni di etologia e horsemanship fino allo studio dei difetti comportamentali del cavallo dovuti al cattivo rapporto con l’essere umano. E ancora il funzionamento del corpo del cavallo, la mascalcia, l’alimentazione, le metodologie di grooming e di lavoro fino a lezioni pratiche che vedranno la messa in opera di quanto appreso. Ogni studente, al termine della formazione che si svilupperà in questa prima fase su tre incontri, dovrà superare un test scritto finale in seguito al quale avrà un attestato FISE. “Crediamo moltissimo in questo progetto la cui finalità è avvicinare sempre più persone al cavallo e al suo mondo, in primis professionalmente, senza dimenticare i profondi benefici che questo animale è capace di portare alla persona ad ogni età”, ha affermato Clara Campese: “Questa iniziativa pilota presentata oggi al Sartor verrà estesa man mano ad altri istituti scolastici del territorio e sancisce la prima sinergia reale e condivisa tra scuole del Veneto e FISE regionale. Vogliamo che sempre più ragazzi conoscano questo animale e il suo mondo, per scoprirne un alleato di vita formidabile, che dispensa felicità in ogni sua declinazione”.