DISSIDI NELLA MAGGIORANZA SU CA’ BIANCA E PAGANO I VENETI I consiglieri tosiani commentano l’approvazione della mozione in Consiglio Regionale che chiede la sospensione dell’autorizzazione all’ampliamento della discarica.

343

«La settimana scorsa gli scontri verbali tra Zaia e Montagnoli, ora l’approvazione della mozione che prevede esattamente il contrario di quanto deciso dalla giunta: i dissidi nella maggioranza sull’ampliamento di Ca’ Bianca sono evidenti, chiediamo però che al termine di questo balletto venga fatto il bene dei cittadini». Così i consiglieri tosiani Giovanna Negro, Stefano Casali, Andrea Bassi e Maurizio Conte commentano l’approvazione della mozione in Consiglio Regionale che chiede la sospensione dell’autorizzazione all’ampliamento della discarica. «Ma come – si chiedono i tosiani – la Giunta aveva già recepito e approvato il parere della commissione Via per l’ampliamento della discarica ed ora la stessa maggioranza in Consiglio regionale approva la mozione che ne chiede la sospensione? Ma che gioco stanno giocando? – proseguono – Le cose sono due: o la maggioranza sta implodendo oppure l’ambiguità di posizioni dimostra il voler tenere i piedi in due scarpe. Sulla questione di Ca’ Bianca se ne sono già viste tante e chi rischia di pagare il prezzo di incertezze e dietrofront come quello che abbiamo visto oggi in aula sono i veronesi che impotenti assistono ai giochi che passano, e cambiano, sopra alle loro teste».