I NUMER I DANNO RAGIONE AL  “BUY VENETO”

0
8809

Solo buoni dati per il turismo veneto sono emersi dall’incontro odierno a cui, insieme al presidente Za­ia, ha partecipato l’assessore re­gionale al turismo, Federico Ca­ner. Numeri positivi per l’iniziativa di marketing territoriale, che registra una crescita del numero dei buyer stranieri: dai 120 dello scorso anno ai 180 di oggi, provenienti da 40 Paesi diversi, a testimoniare il grande interesse di cui go­de l’offerta ve­neta in tutto il mondo. Ma anche stime più che incoraggianti sul movimento turistico re­gionale nei primi nove mesi del 2016, che parlano di un incremento sia degli arrivi (+1,8%) che delle pr­esenze (+2,5%), rispetto allo stesso periodo del 2015. «Il “Buy Veneto” – ha sottolineato il presidente Zaia – è uno strumento per far crescere a livello nazionale la leadership del Veneto in ambito turistico e per consolidare un settore economico che registra 17 miliardi di fatturato e garantisce centinaia di migliaia di posti di lavoro». «Per quanto riguarda arrivi e presenze – ha concluso Ca­ner –, se le stime saranno confermate dai dati ufficiali, il 2016 po­trebbe essere un altro anno di record, con la performance migliore della montagna, una crescita del lago, delle città d’arte e delle terme e una sostanziale tenuta del se­ttore balneare. Una buona si­tuazione, ma non dobbiamo commettere l’errore di cullarci sugli allori, né la parte privata né quella pubblica.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here