Bottacin, “botta e risposta” alle accuse

“Nel tentativo di rilanciare una polemica e relativi sospetti che non stanno né in cielo né in terra, il consigliere Zanoni rilancia solo falsità in maniera incoerente. Zanoni ha dichiarato che Zaia avrebbe autorizzato il disboscamento di alcune aree in comune di Cison e di Miane. Ciò è totalmente falso perché ne’ Zaia ne’ la giunta regionale autorizzano i disboscamenti. Se vuole avere un minimo di credibilità esibisca un documento in cui ci sia la firma di Zaia o di un membro di giunta che autorizza l’esbosco. Oppure un atto di giunta”. Così, l’assessore regionale all’Ambiente, Gianpaolo Bot­tacin (nella foto), replica alle nuove accuse lanciate dal Consigliere regionale del PD su un disboscamento in area Unesco Colline del Prosecco di Conegliano Vald­obbiad­ene.“Zanoni – aggiunge Bottacin – scrive che la Soprintendenza non ha dato parere favorevole perché ha lasciato decorrere i termini. Ma prima di parlare deve studiare le norme, perchè il silenzio assenso è un’autorizzazione. La verità invece è che l’unico ente che ha dato una lunga serie di prescrizioni sono stati proprio i Servizi Forestali.