NUOVO LOOK PER UN’ATTIVITÀ ARTIGIANALE A CONCADIRAME Il progetto è realizzabile grazie alla normativa dello Sportello Unico per le attività produttive.

312

Un nuovo edificio innovativo che potrà garantire la continuità di un’im­presa, migliorando l’estetica urbanistica della frazione di Con­cadirame. Si tratta, come spiega il settore Urbanistica, di un progetto di ampliamento di un’attività arti­gia­nale per la lavorazione del le­gno, approvato in Consiglio Co­munale lo scorso 8 marzo. L’area di intervento si trova all’interno del confine del centro abitato della frazione di Concadirame in via Balbi Valier. L’attività di falegnameria a conduzione familiare è presente da oltre 20 anni. e sono impiegati il titolare i suoi due figli e un dipendente. L ’edificio esistente, realizzato in diversi momenti a partire dagli anni 80 è costituito da corpi di fabbrica di materiali diversi e un capannone a piano unico realizzato con materiali vari quali pannellature in metallo leggero, vetrate, tam­­ponamenti con cemento a­mian­­to, muratura e cemento a­r­mato. Le costruzioni non erano più idonee alle esigenze produttive e di sicurezza oltre a costituire un elemento estraneo al contesto. Grazie a questo progetto verrà re­alizzato un nuovo edificio ampliato, adeguato alle esigenze dell’azienda, con soluzioni tecnologiche in­novative sopratutto per quanto riguarda l’uso dei materiali, dell’acustica e del risparmio energetico oltre che ad un sensibile miglioramento estetico nel tessuto edilizio di Conca­di­rame. Con la possibilità data dalla normativa dello Sportello Unico, l’impresa potrà dunque rimanere sul territorio con la produzione, migliorando nel contempo la qualità ambientale ed architettonica.