FESTEGGIATO SAN BENEDETTO PATRONO DEI BONIFICATORI Si è tenuta lunedì la 53ª Festa di San Benedetto, patrono dei bonificatori, celebrata dai Consorzi di bonifica Adige Po e Delta del Po, con diverse iniziative.

318

Alle 9.30 nella sala “Amos Bernini” in via Verdi, si è tenuta la presentazione del libro “Un Paese nel fango. Frane alluvioni e altri disastri annunciati. I fatti, i colpevoli, i rimedi”, a cura dell’autore Erasmo D’Angelis. Sul tema è intervenuto Mauro Grassi, direttore della struttura di missione contro il dissesto idrogeologico e per lo sviluppo delle infrastrutture idriche – #italiasicura, Presidenza del Consiglio dei Ministri; a seguire alle 11.30 nel tempio della Rotonda si è tenuta una messa celebrata dal vescovo monsignor Pierantonio Pavanello. La giornata, che è stata organizzata in collaborazione con Anbi Veneto , è diventata ormai una tradizione per i due consorzi che in questa occasione si ritrovano, cercando di ricordare, testimoniare e divulgare, l’importanza della bonifica nel nostro territorio, racchiuso tra i fiumi Po e Adige e solcato da una fittissima rete di canali. Una preziosa opera, frutto di un’attività millenaria necessaria per la conquista e la conservazione dell’ambiente, attuata con la sempre rinnovata sistemazione idraulica. Il vice sindaco Ezio Conchi ha portato il saluto del sindaco, della Giunta e di tutta l’amministrazione comunale, ribadendo la valenza della bonifica, specie per il Polesine, terra tra i fiumi e ringraziando i promotori della manifestazione, che ogni anno sensibilizzano l’opinione pubblica su questa tematica.