CONFINDUSTRIA PADOVA: NUOVI ISCRITTI IN CRESCITA (+27,9%) Nel 2015 sono state 78 le nuove aziende associate con 3.000 dipendenti. Imprese aderenti oltre quota 1.350 con 60.000 addetti. Costi in calo, più servizi ed efficienza. Finco: «Padova sta ripartendo. Con le imprese, siamo motore di un grande progetto di sviluppo».

361

È un altro sintomo che la febbre sta calando. E la convalescenza volge a guarigione. Ma anche una prova della vitalità e attrattività dell’associazionismo, vero baluardo della piccola e media impresa nel mare agitato della globalizzazione. A guardare la curva degli iscritti a Confindustria Padova, quest’anno il grafico punta in alto. Nel 2015 sono state 78 le aziende nuove associate con una dote di 3.000 dipendenti. E il saldo è tornato positivo per la prima volta dal 2007-2008. Arrivando a superare, come dato assoluto, le 1.350 imprese associate. «Stiamo cambiando cultura organizzativa, più efficienti come un’azienda e in grado di cogliere in anticipo la domanda delle imprese – spiega il presidente di Confindustria Padova, Massimo Finco – concentrando azioni e progetti sui grandi fattori di competitività: innovazione tecnologica, internazionalizzazione, crescita dimensionale e reti, capitale umano e finanza d’impresa. Grazie a questo lavoro, sempre più aziende testimoniano la fiducia in noi e l’apprezzamento, scegliendo di associarsi. Nel 2015 oltre il 75% delle imprese associate ha usato i nostri servizi e le consulenze dedicate sono state oltre tredicimila».