54ESIMA PREMIAZIONE DEI MAESTRI ARTIGIANI IN FIERA Bonomo ha fatto il punto sulla piccola impresa come anello fra tradizione e futuro, scuola e lavoro, economia e società.

363

«Questo è un momento che da sempre racchiude il senso profondo della nos­tra attività»: così il presidente di Confartigianato Vicen­za, Agostino Bonomo, ha aperto in Fiera la cerimonia dedicata ai Maestri Arti­giani, giunta alla 54ͣ edizione e momento saliente di ogni Settimana dell’Artigia­nato. Proprio i Maestri, ha proseguito Bonomo, testimoniano «il ruolo della piccola impresa nella società e nei territori ove essa opera, un ruolo capace di tenere assieme le tre dimensioni del passato, del presente e del futuro. Come ci raccontano le storie dei premiati, ogni imprenditore è infatti il continuatore di una lunga tradizione di lavoro nelle aziende della nostra provincia ma, al tempo stesso, è colui che sa trasmettere il suo sapere ai tanti giovani che vogliono apprenderlo, i quali a loro volta lo proietteranno nel domani, continuamente aggiornato nell’evoluzione tecnologica. Questa è la missione di chi fa impresa. Una missione alla quale dà voce, da settant’anni, la nostra associazione, con immutato orgoglio e con altrettanto, convinto spirito di servizio». I dieci Maestri Artigiani Benemeriti di quest’anno sono: Um­ber­to Cuman (Serramenti in le­gno); Roberto Dalla Mas­sara (Autoripara­zione); Gio­ac­chino Dellai (Termoi­drau­­lica); Marco Faedo (Accon­cia­­tura); Terenzio Gabrieletto (Ac­con­ciatura); Sante Grossele (Ser­ramenti in alluminio); Firmi­no Listrani (Edilizia); Antonio Rossato (Carrozzeria); Ivano Sartori (Meccanica); Vittorio Semenzato (Meccanica).