DONAZZAN SENZA AUTO BLU SALE SUL BUS: “CHE DEGRADO” L’esperienza è stata così negativa da scrivere un reclamo Immediata la risposta di Achille Variati: “ Pensa ai treni...”

C’è chi prende l’autobus per vera necessità, chi per aiutare l’ambiente, chi solo per testare cosa provano i cittadini. Quest’ultimo è il caso dell’assessore regionale El­e­na Donazzan che do­menica sera ha preso la linea degli autobus Ftv icenza-Bas­sano. L’esperienza  è stata così negativa da spingerla a scrivere una lettera aperta al Presidente della Provincia di Vicenza  Achille Variati: la biglietteria era ormai chiusa, quella automatica guasta, sporcizia tutt’intorno, cattivo odore e per di più – ma questa è stata una sorpresa solo per la Donazzan, non per chi prende i mezzi pubblici tutti i giorni – la sovrattassa acquistando il biglietto a bordo. Nella lettera a Variati, l’assessore chiede di trovare una soluzione perché «il degrado è anche questo, e degrado chiama degrado». Consapevole che la maggior parte dei politici non prende i mezzi pubblici, ha detto di averlo fatto proprio per stare vicino alla gente. Ma, vista l’esperienza negativa, difficilmente lo farà ancora. Al­meno finché la situazione non mig­liorerà. «Vicenza e Bas­sano sono sempre più legate, visto che a Vicenza dobbiamo andarci ad esempio per il tribunale, nervo scoperto, o per la motorizzazione. E come ci andiamo, con l’auto blu della provincia?». Nella lettera, inoltre, l’assessore lamenta an­che la presenza su questi mezzi di «esp­ressioni di meno decorosa umanità, due straniere urlanti e poco educate di fianco ad una signora di una certa età che certamente non poteva prendere la propria auto». Immediata la risposta di Achille Variati, non senza frecciatine: “ Pensa ai treni…”