ZAIA INAUGURA NUOVO REPARTO A CAMPOSAMPIERO Il governatore: «Anche qui investiamo senza ridimensionare. Già al lavoro per il nuovo piano sociosanitario».

458

«Questo investimento è l’ennesima dimostrazione di quanto siano infondate le voci che ancora vengono fatte circolare su fantomatici ridimensionamenti di ospedali come Camposampiero. Neonatologia è una pietra miliare dell’ospedale e oggi siamo qui a inaugurare un nuovo reparto migliorato, reso ancora più efficiente e sicuro, ancora più a misura di mamma e di bambino. Altro che tagli e ridimensionamenti. Stiamo riorganizzando, concetto opposto a ridimensionare. Non chiudiamo, facciamo crescere la sanità ritarandola giorno dopo giorno sulla modernità e sulle esigenze di cura». Lo ha detto il Presidente della Regione Luca Zaia, inaugurando all’Ospedale di Camposam­piero la nuova Patologia Neona­tale, dotata di modernissime culle. Erano presenti, tra gli altri, gli as­ses­sori regionali Roberto Mar­cato e Giuseppe Pan, il sindaco Katia Maccarone, il presidente della Conferenza dei Sindaci del­l’Ulss 15 Alta Padovana Alessan­dro Bolis, il Commissario dell’Ulss Claudio Dario, numerosi Consi­glie­ri regionali e Sindaci del territorio, il Primario Marco Filippone. L’intervento, costato 1 milione 250 mila euro, ha permesso di realizzare una struttura dedicata in via esclusiva alla Patologia Neonatale con 10 culle termiche per ospitare neonati prematuri o a termine con patologie importanti, ristrutturando parte del quarto piano del nosocomio e adeguandolo anche alle normative strutturali e impiantistiche.