UNIONCAMERE, VENDITE AL DETTAGLIO E NEGOZI CHIUSI

320

Nel quarto trimestre 2016, sulla base dell’indagine Veneto Con­giuntura, le vendite al dettaglio hanno evidenziato un aumento del +0,7% rispetto al corrispondente periodo del 2015. Rispetto al trimestre precedente l’indice destagionalizzato ha registrato un +0,9% invertendo il -1,4% del trimestre precedente. Nella media dell’intero 2016 le vendite al dettaglio hanno registrato un incremento del +1,2%, in diminuzione rispetto al ritmo di crescita dello scorso anno (+2,9% nel 2015). La rilevazione trimestrale è realizzata da Unioncamere del Veneto in collaborazione con Confcom­mercio Veneto condotta su un campione di 705 imprese con almeno 3 addetti. «Per quanto leggermente positivi, i dati sulle vendite al dettaglio relativi all’ultimo scorcio dell’anno hanno smorzato la tendenza media del 2016 – commenta Giuseppe Fedalto, presidente di Union­camere Veneto – soprattutto per quanto riguarda gli esercizi di piccola superficie, che hanno sofferto più degli altri. Nem­meno il periodo natalizio è riuscito a dare uno slancio al trend delle vendite al dettaglio. Intanto continua l’emorragia di esercizi commerciali in Veneto: tra gennaio e dicembre 2016 hanno abbassato la serranda oltre 3.600 negozi mentre le nuove aperture sono state meno di 2.000».