Una passeggiata-incubo prigionieri sul fiume piave

322

Due diciottenni vanno a fare una passeggiata sul fiume Piave nel tardo pomeriggio, camminano, ma ad un certo punto si rendono conto di essere circondati dall’acqua: sono prigionieri su un isolotto di sassi. Oramai è buio, le precipitazioni della giornata hanno fatto ingrossare il fiume, hanno paura ma fortunatamente abbastanza sangue freddo da lanciare l’allarme ai Vigili del Fuoco e l’intelligenza di non provare a guadare il fiume. La disavventura per la coppia di 18enni è accaduta intorno alle 20 di ieri sera, lunedì 24 luglio, a Roncadelle. Ricevuta la chiamata, gli operatori hanno tranquillizzato i giovani, chiedendo di non muoversi dalla loro posizione. I vigili del fuoco, constatata l’impossibilità di raggiungere i ragazzi con un gommone a causa della forte corrente presente in quel punto, hanno fatto arrivare una speciale imbarcazione da fiume a chiglia piatta un “Phantom” da 500 cavalli. La barca fluviale con il personale SAF (spelo alpino fluviale) ha raggiunto l’isolotto e portato in salvo i due giovani, scossi, ma non feriti. Le operazioni di soccorso sono terminate intorno alla mezzanotte.