TRENO ROVIGO-VERONA PENDOLARI SU VAGONI FRADICI

673

Non c’è pace per i pendolari della sempre più sfortunata linea Rovigo-Chioggia e Rovigo-Verona, a prescindere dalla destinazione o dalla lunghezza del viaggio. Il clou comunque ancora non era stato toccato ed è arrivato tra la serata di martedì e la mattinata di mercoledì. Gli altoparlanti della stazione hanno annunciato sulla tratta ritardi legati alle avverse condizioni meteorologiche. Passi naturalmente il ritardo, nemmeno eccessivo tra l’altro e calcolato sui quindici-venti minuti, visto il temporale che si è abbattuto in zona martedì pomeriggio e gli inevitabili disagi, ma i pendolari hanno poi dovuto affrontare il viaggio scomodo con treni decisamente vecchi, alla faccia del rinnovamento del parco convogli preannunciato dall’amministratore di Sistemi territoriali Gian Michele Gambato. Saliti in carrozza, i viaggiatori hanno avuto la sorpresa di trovarsi con vagoni fradici di acqua piovana, con la pioggia che ha continuato ad entrare durante il tragitto, costringendo gli utenti a ripari di fortuna: quasi fosse la normalità viaggiare in treno con l’ombrello. Ma oltre al danno, c’è stata pure la beffa. Alcuni viaggiatori hanno ritrovato ad attenderli lo stesso treno, nelle medesime condizioni della sera prima, con le tracce d’acqua piovana disseminate nelle carrozze.