SMOG, BLOCCO DEL TRAFFICO Il Veneto è avvolto dalle polveri sottili. A Mestre 22mila veicoli fermi La situazione dell’aria è pessima, superati i valori per tre giorni

655

Alla fine neanche il ritorno della pioggia dopo due mesi è riuscito a evitare l’inasprimento del blocco parziale del traffico. Troppo pesante la situazione di partenza, con una qualità dell’aria pessima dovuta a livelli di Pm10 (polveri sottili) e Pm2,5 (sottilissime) superiori in tutte le centraline fino a cinque volte i limiti giornalieri di concentrazione stabiliti. L’Arpav ieri ha certificato il raggiungimento del livello di criticità 2: è stato superato il valore 100 di Pm10 per tre giorni consecutivi nel punto di rilevazione del parco Bissuola, riferimento urbano per l’agglomerato che oltre alla città comprende anche i Comuni di Marcon, Martellago, Mira, Quarto d’Altino, Scorzè e Spinea. Una cappa di inquinamento sta avvolgendo tutto il Veneto, fatta eccezione per le zone montane. Così, il Comune ieri ha dato ap­plicazione all’ordinanza che la Mobilità aveva già pr­eparato da settimane e che pr­e­vede il blocco per 10 giorni di fila compresi i festivi e dunque fino all’11 febbraio compreso di tutti i veicoli Euro 3 a diesel in aggiunta a quelli che già si fermano dal lunedì al venerdì per le limitazioni consuete. Complessivamente il blo­cco coinvolge 22 mila me­zzi…